Risultati societari

Cecchi Gori bancarotta: nuovo arresto per il vecchio Vittorio

Torna a far parlare di sè il vecchio Vittorio Cecchi Gori. Nuovamente guai per via delle sue attività imprenditoriali. Viene nuovamente accusato di bancarotta fraudolenta, esattamente come qualche anno fa.

Le accuse sono di quelle pesanti e gli inquirenti non hanno tardato ad arrestarlo. Sembrava essersi rialzato dopo il polverone che lo ha visto cedere la Fiorentina e le Tv. Non era ritornato a gestire l’impero di un tempo, ma di certo non se la passava male. Leggi tutto »

YouTube arriva in Pay Per View

YouTube

YouTube

Tanto attesa, tanto discussa, finalmente è arrivata la TV di YouTube, con l’opzione pay-per-view. Da non confondere con la Google TV, la televisione che sta nacsendo, e di cui abbiamo già parlato, il cui broadcasting sarà disponibile a tutti gli utenti con televisore compatibile alla tecnologia.

La TV di YouTUbe, capitanata da Eric Schmidt, offrirà prodotti che verranno presentati come à la carte: gli utenti potranno infatti scegliere di acquistare serie TV e/o film. Come spesso accade, la YouTube pay-per-view sarà inizialmente attivata solo negli States, e poi negli altri Paesi.

E mentre alcuni potenziali utenti di questa tipologia di TV si lamentano dicendo che molti contenuti sono già free, YouTube ribatte dicendo che le novità sarebbero diffuse a “soli” 5 Dollari.

Leggi tutto »

Cina: basta lowcost, punta al lusso

Cina hi-tech

Cina hi-tech

Nonostante l’import dalla Cina sia sempre fortissimo, pare che i colleghi dagli occhi a mandorla abbiano intenzione di affermarsi anche sul mercato dell’hi-tech.

Arriveranno infatti in Italia, nella Maremma, i primi autobus ad impatto zero: sono costruiti a propulsione elettrica, si chiameranno Elettrobus, e sono progettati e importati dalla Cina. Con 200km di autonomia per una guida di 90km/h, gli elettrobus sono prodotti dalla Shanghai Leibo New Energy Auto Technology Co.

Ed anche molti impianti fotovoltaici, che vantano per l’Italia un investimento pari a 30 milioni di Dollari, proverranno dalla stessa città e, allo stesso tempo, la società che si occupa di prodotti per illuminazione, la cinese Kinglong, si è appena installata nella nostrana Castiglione dello Stiviere.

Leggi tutto »

Capitan Findus parte alla volta dell’Inghilterra

Capitan Findus

Capitan Findus

Era in nostrano capitano attempato ma saggio, poi era diventato miracolosamente giovane e sexy, fatto sta che Capitan Findus era in tutte le pubblicità italiane e solcava sempre i mari.

In questi giorni, abbiamo capito la rotta dell’inarrestabile capitano: il Regno Unito. E’ infatti di nuova cessione il marchio italiano all’inglese Birds Eye Igloo. E così, insieme ai Sofficini Findus, sono andati ai nostri compagni europei anche i Salti in Padella e gli altri prodotti surgelati.

Martin Glenn, il CEO dell’azienda UK, commenta:

“Siamo entusiasti che Findus Italia si ricongiunga con Birds Eye Iglo. Continueremo ad investire e sviluppare il nostro business in modo sostenibile e profittevole in futuro e siamo convinti che le comuni esperienze e competenze ci permetteranno di offrire ai consumatori in tutta Europa una gamma di prodotti surgelati senza rivali”

Leggi tutto »

British Airways: oggi inizia lo sciopero

Ryanair

Ryanair

E’ tempo di imporsi, per quello che riguarda lo staff della compagnia aerea low-cost Ryanair. Da oggi parte lo sciopero, che durerà 5 giorni, e che è stato indetto da Unite.

Tony Woodley, il leader del sindacato, ha confermato al network di informazione BBC che non si sarà alcun dialogo prima della fine del periodo di sciopero che colpisce gli assistenti di volo.

Il motivo dello sciopero è per protestare contro il drastico taglio degli assistenti di volo a bordo dei veivoli della compagnia che, se tutto andrà come previsto, da giugno saranno sostituito da macchinette automatiche; il tutto per tagliare i costi.

(Foto © WordPress)

Yahoo!Shopping si fonde con Alibaba

Yahoo!Shopping

Yahoo!Shopping

I cinesi si accordano con i giapponesi per il settore dell’e-commerce. Si tratta della company cinese Alibaba che, con un certo orgoglio, anuncia di aver stretto alleanza con la giapponese Yahoo!Shopping.

Nello specifico si tratta di Taoboa, ovverò il ramo di Yahoo!Shopping che vende al dettaglio (e, naturalmente, online) e che ha intenzione con questo passo di fusione di internazionalizzare la sua branche.

E come prevede uno dei colossi del settore delle previsioni economiche, oovero il Financial Times, si prospetta che a partire dal 1 giugno 2010 gli utenti di Yahoo!Shopping cresceranno esponenzialmente grazie alla fusione con Alibaba.

Si tratterebbe di 50 milioni di annunci per la branca Taobao, e TaoJapan risponderà con 8 milioni di annunci per i consumatori cinesi.

Leggi tutto »

Troppo smog industriale: anche la salute in pericolo

Smog

Smog

Se da un lato la si chiama “produttività”, dall’altro l’inquinamento da fonti industriali sta letteralmente dilagando nel Paese.

Tra piombo e diossine, le sostanze tossiche rischiano di mettere in pericolo la salute, ed hanno dimostrato un’incidenza nella comparsa dei tumori.

Legambiente” si mette in prima fila per sensibilizzare l’opinione pubblica al problema, spiegando come i microinquinanti scaricati in atmosfera mettano a rischio il pianeta.

La soluzione a ciò è in una legge, che per ridurre l’impatto ambientale prevede il rilascio di un’autorizzzione specifica, l’” Aia” (Autorizzazione Integrata Ambientale, crf.) ma per la quale le tempistiche di ottenimento sarebbero decisamente troppo lunghe.

Leggi tutto »

Gli incentivi al fotovoltaico tardano ad arrivare

Campo fotovoltaico

Campo fotovoltaico

Nonostante la grande pubblicità e la promozione in favore espressa verso l’installazione degli impianti fotovoltaici, gli incentivi sembrano allontanarsi sempre di più dall’obiettivo.

Il 25 febbraio scorso era la data in cui si sarebbe dovuto presentare il progetto per ottenere i fondi, ma la riunione non solo è stata rimandata, ma la data è “da definire”

E pensare che l’Associazione Nazionale dell’Industria Solare Fotovoltaica, “Assosolare”, aveva domandato alle Regioni ed ai Governi di non rimandare ulteriormente la discussione della questione, anche nel riguardo della numerose aziende per le quali il ritardo dell’installazione dei pannelli fotovoltaici arrecherà n danno sostanziale al business.

Leggi tutto »

Titoli: Merck KGaA acquista Millipore

Biotecnologie

Biotecnologie

L’azienda tedesca Merck sta completando l’acquisto dell’intero pacchetto azionario della Millipore, corporation made in USA.

La Merck KGaA, cruppo farmaceutico teutonico, ha già reso noto nel corso della scorsa serata di aver portato a termine con successo degli accordi con la Millipore, gruppo americano che opera nel settore delle biotecnologie. La conclusione totale dell’affare è schedata per la seconda metà del 2010.

Ogni azione del gruppo americano sarà acquistata dalla Merck per 107 dollari ciascuna, per un ammontare totale di fine acquisto che ammonta a 5.3 miliardi di Euro. Per fronteggiare tale acquisto, la controparte tedesca ha deciso di ricorrere ad un prestito tramite consorzio bancario in aggiunta al ricorso alla propria tesoriera.

Leggi tutto »

Gli USA accusano la Toyota auto: scarsa policy di sicurezza

Toyota in USA

Toyota in USA

Gli USA, che dichiarano di essere venuti in possesso di alcuni documenti che renderebbero Toyota responsabile di aver voluto risparmiare dei soldi a scapito della sicurezza delle stesse auto che adesso sono in fase di richaimo dall’azienda, sostengono che la compagnia nipponica abbia agito in malafede.

A seguito della negligenza Toyota, gli usa hanno calcolato 29 casi di incidenti sospetti ed 5 morti attestate di americani che hanno perso la vita a causa di problemi ai freni ed all’aceleratore di auto Toyota difettose. Inoltre, gli USA accusano il brand automobilistico di avere volutamente risparmiato 100milioni di Dollari decidendo di non effettuare i richiami alle auto pericolose nel 2007.

Leggi tutto »